Intervista a Carlo Bilello

Intervista a Carlo Bilello

Secondo appuntamento con le interviste. L’ospite di oggi è Carlo Bilello, vincitore della categoria SILVER

La cosa che ci ha incuriosito inizialmente è stato proprio la vettura utilizzata da Carlo per il campionato e abbiamo deciso di fargli qualche domanda.

D: “Ciao Carlo, innanzi tutto complimenti per la gara, gestita alla grande anche con la strategia. Ma com’e’ questa Honda? Non ci capita di vederla spesso in pista ma dopo l’aggiornamento sembrano essercene di più.”

C: “Mah sinceramente credo che tutte le auto si equivalgano, tutte hanno dei punti forti e delle debolezze. La Honda in questo senso è piantata a terra, difficilmente la perdi in accelerazione , di contro ha un ingresso in curva meno fulmineo rispetto ad una Ferrari o una Nissan. Poi a me piace cambiare , è il primo campionato che affronto con la Honda, sarei stato sicuramente più veloce con la mia preferita McLaren, però è anche bello cambiare per provare qualcosa di nuovo”

D: “Così porti per la prima volta questa auto a Kyalami. La prossima gara sarà in Sud Africa. Sarà una 24h racchiusa in un’ora. Ne hai già corse? Che pensi di questo format?”

C: “È una pista che mi piace tanto, ma non ho mai provato una 24h in 1h, questo metterà a dura prova l’attenzione del pilota ma anche le gomme, non è semplice scegliere la strategia giusta per via dell’escursione termica che arriva fino a 20 gradi. Il format è sicuramente interessante anche se preferisco le gare da 90 Min in su.”

D: “Gare che non mancheranno nel corso di questo campionato! Hai vinto la prima gara e quindi sei candidato alla vittoria finale, anche de quello che stiamo vedendo nelle libere. Ti sarebbe piaciuto confrontarti con i ragazzi del gruppo pro?”

C: Certo che mi sarebbe piaciuto confrontarmi nella categoria PRO, onestamente credevo di farne parte ma causa auto nuova, e crono registrato in fretta e furia per via del poco tempo a disposizione (causa 2 bimbi piccoli in periodo Covid) non sono riuscito a fare abbastanza bene…poco male, perché comunque anche nella seconda categoria ci sono piloti di ottima qualità, basti vedere i tempi qualifica di Imola, in tanti potevamo stare tranquillamente tra i PRO. Per la candidatura alla vittoria finale starei più cauto perché in gara può succedere di tutto, incidenti, sbinnate, crash, e non per ultimo avversari validi… quindi nulla è scontato .Confido negli sviluppi della Honda nel proseguo del mondiale”

Grazie Carlo per aver risposto alle nostre domande! Un grande in bocca al lupo per il proseguo della stagione!

Appuntamento alla prossima intervista!