Intervista a Mattcerv

Intervista a Mattcerv

In questa nuovissima rubrica andremo ad intervistare i protagonisti del campionato che sta per iniziare.

Da chi iniziare se non proprio da lui? Mattia Cervellone, in arte MattCerv23, il “Frecciarossa” del team SPQR dimostratosi il più veloce dei 54 partecipanti alle selection del campionato.

Mattia si è messo tutti alle spalle con il tempo di 1.43.074, l’unico a spingere la sua auto fino al 43.0.

Complimentandoci con la grande prestazione, abbiamo fatto a Matt alcune domande pre-campionato.

D: “Mattia, rientri obbligatoriamente tra i favoriti alla vittoria finale ed hai già cominciato a mettere i puntini sulle i lasciandoti tutti alle spalle, ma ti aspettavi una classifica così serrata dove i primi 10 sono entro il secondo di cui ben 9 sotto il 44?”

M: “Le Pre-Qualifiche sono state la conferma che questo campionato sarà di un livello stellare , con tutti molto vicini, saranno i dettagli a fare la differenza. E mi aspettavo questo stare tutti molto vicini nei tempi , dopo aver visito l’entry list prima delle selezioni per i gruppi.”

D: “Già molti nomi noti del settore pronti a dare il tutto per tutto curva su curva. E proprio parlando di questo, è vero che le gare non si vincono alla prima curva ma quanto è importante uscire davanti?”

M: “In tanti affermano che giustamente la gara , essendo di molti giri , non si vince alla prima curva , ma è anche vero che farle lì davanti e riuscire a sfilare in modo pulito e prendere il proprio ritmo da subito permette di non mettere in crisi le gomme , facendole scaldare per bene , senza la fretta di dover forzare per recuperare posizioni. Poi un altro particolare da tener conto che in gruppo nei primi giri si perdono tanti secondi che poi quando il livello è così alto recuperarli è molto complicato. Quindi non si vincerà alla prima curva ma è sicuramente il 50/60% della Gara stessa.”

D: “Ed è per questo che parti spesso avanti a tutti! Ma in questo campionato, hai aggiunto un’incognita in più, il cambio auto. Com’e’ stato il passaggio da Audi a Ferrari?”

M: “Il passaggio di marca da Audi, auto con cui ho iniziato la scoperta di questo Gioco quasi un anno fa , a Ferrari non è stato semplice e non lo è tuttora, quando memorizzi degli automatismi non è mai semplice Poi andare a modificarli e quindi adattarsi ad altre sensazioni che l’auto ti restituisce. È stata una scommessa per provare a migliorare ancora di più e vedremo se sarà una scommessa vincente. Vorrei ringraziare tutti voi del Racing Point che ci fate sentire davvero come Piloti reali adoperandovi tantissimo per là buon riuscita di questo nuovo campionato che a giorni partirà e che dalle premesse direi potrà regalare a chi correrà e chi lo guarderà dai vostri canali social sicuro tanto divertimento e Spettacolo”

Grazie Mattia per la disponibilità e per le risposte ricche di spunti. In bocca al lupo a te e a tutti i piloti iscritti al campionato. Che vinca il migliore!

Appuntamento alla prossima intervista!